ISTITUTO VENETO PER LA STORIA DELLA RESISTENZA E DELL'ETA' CONTEMPORANEA

News

L'Istituto resterà chiuso dal 1 al 4 maggio prossimo

BUON 25 APRILE. L'augurio del nostro Istituto

17 agosto 1944: attacco al treno
Conferenza di Claudio Ghiotto martedi 22 aprile 2014 ore 21,00 Biblioteca Civica di Abano Terme via Matteotti 71

Antifascismo e Resistenza a Padova. Il contributo dei comunisti e la figura di Giovanni Zerbetto
Giovedì 24 aprile ore 17 Sala Paladin di Palazzo Moroni

I quaderni del partigiano Afro, di Zoido Massaro
Sabato 26 aprile 2014 ore 10,30 Centro Civico Palazzo Sarmazia vi a Alsazia 3 - Camin (PD)

Seminario di Storia Contemporanea Guerre del Novecento.
dal 5 marzo al 16 aprile 2014, Aula Nievo, palazzo del Bo, ore 15,30
Sesto e ultimo incontro: Mercoledì 16 aprile 2014 - Aula Nievo
Marcello Flores (Università di Siena) Guerre e genocidi del Novecento



Nuove proposte didattiche 2014


                                    








L'Istituto veneto per la storia della Resistenza è stato fondato nel 1949 con lo scopo primario di salvare dalla dispersione e di consegnare alla storia i documenti del periodo della lotta armata e dell'insurrezione nel Veneto, e insieme di conservare e far conoscere i principi etici e i valori civili della Resistenza. Sempre nel 1949 ha partecipato alla fondazione dell'Istituto nazionale per la storia del movimento di liberazione in Italia (Insmli).

Nel tempo ha incrementato con continue acquisizioni i propri fondi archivistici e librari, ed ha ampliato le attività di ricerca e le proposte culturali.

Nel 1999 ha assunto la denominazione di Istituto veneto per la storia della Resistenza e dell'età contemporanea (IVSREC).

È tuttora ospitato all'interno di Palazzo del Bo, prima sede clandestina del CLN Regionale Veneto, costituito nel settembre 1943.

Un'apposita convenzione regola gli stretti rapporti di collaborazione, sul piano scientifico e didattico, tra l'Istituto e l'Università di Padova, che contribuisce al suo finanziamento.

Il logo dell'Istituto è ispirato alla statua "Palinuro" di Arturo Martini (1946) che si trova nel Palazzo del Bo, ai piedi dello scalone che conduce al Rettorato. Quest'opera, donata all'Università di Padova dalla Brigata partigiana "Martiri del Grappa", raffigura come Palinuro il partigiano Primo Visentin, detto Masaccio, iscritto alla Scuola di Perfezionamento in Storia dell'Arte, comandante di battaglione della Div. "Monte Grappa", caduto in combattimento a Loria (Treviso) il 29 aprile 1945.