HOME
UNIVERSITA' degli STUDI di PADOVA
RLS di ATENEO
LEGGI e NORME
SITI della SICUREZZA e della SALUTE



            Pericoli e fattori di Rischio

Presidi sanitari acuminati e taglienti


Direttiva unione europea in materia di prevenzione delle ferite da taglio nel settore ospedaliero

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE L 134/66 del 1° giugno 2010 è pubblicata la Direttiva 2010/32/UE del Consiglio del 10 maggio 2010 che attua l’accordo quadro, concluso da HOSPEEM e FSESP in materia di prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario.

Con lettera del 17 novembre 2008 le organizzazioni delle parti sociali europee HOSPEEMN (Associazione europea datori di lavoro del settore ospedaliero e sanitario, un’organizzazione settoriale che rappresenta i datori di lavoro) e FSESP (Federazione sindacale europea dei servizi pubblici, un’organizzazione sindacale europea) hanno comunicato alla Commissione europea la loro intenzione di avviare negoziati a norma dell’articolo 138, paragrafo 4, e dell’articolo 139
del trattato che istituisce la Comunità europea al fine di concludere un accordo quadro in materia di prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero e sanitario.

Il 17 luglio 2009 le parti sociali europee hanno sottoscritto il testo di un accordo quadro in materia.

Poiché gli obiettivi della direttiva, vale a dire garantire la massima sicurezza possibile dell’ambiente di lavoro tramite la prevenzione delle ferite provocate da tutti i tipi di dispositivi medici taglienti (punture di aghi comprese) tramite la protezione dei lavoratori a rischio nel settore ospedaliero e sanitario, non possono essere sufficientemente realizzati dagli Stati membri e possono dunque essere realizzati meglio a li vello dell’Unione, l’Unione intende adottare misure, in conformità con il principio di sussidiarietà di cui all’articolo 5 del trattato sull’Unione europea.

La presente direttiva si limita a quanto è necessario per conseguire tali obiettivi in ottemperanza al principio di proporzionalità enunciato nello stesso articolo nell’elaborare la proposta di direttiva, la Commissione ha tenuto conto del carattere rappresentativo delle parti firmatarie, considerata la portata dell’accordo, per il settore ospedaliero e sanitario, del loro mandato, della legalità delle clausole dell’accordo quadro e della sua conformità alle disposizioni relative alle piccole e medie imprese.

La Commissione ha informato della proposta il Parlamento europeo e il Comitato economico e sociale europeo.
Il Parlamento europeo ha adottato, in data 11 febbraio 2010, una risoluzione sulla proposta.

Come indicato nella clausola 1, l’accordo quadro intende contribuire alla realizzazione di uno degli obiettivi della politica sociale: migliorare le condizioni di lavoro.

L’articolo 1 delle presente direttiva, quindi, attua l’accordo quadro, che figura in allegato, firmato il 17 luglio 2009 dalle parti sociali HOSPEEM e FSESP in materia di prevenzione delle ferite da taglio o da punta nel settore ospedaliero sanitario

Questa notizia è stata tratta da: http://www.amblav.it/

Direttiva europea 2010/32/UE.

Guida per il recepimento dell’accordo quadro
europeo, la direttiva del  Consiglio e la legislazione

nazionale associata.



Home     pagina iniziale     pagina precedente   pagina successiva

RLS Università degli Studi di Padova
Sede: Via Marzolo 3/A- 35131 Padova - email: rls@unipd.it  
Informativa