HOME
UNIVERSITA' degli STUDI di PADOVA
RLS di ATENEO
LEGGI e NORME
SITI della SICUREZZA e della SALUTE



            Pericoli e fattori di Rischio


Presidi sanitari acuminati e taglienti


Sono costituiti da materiali taglienti infetti (aghi, siringhe, vetri, ecc.) che devono essere raccolti in contenitori di cartone speciale con apertura a scatto e coperchio ribaltabile con chiusura irreversibile e successivamente immessi nei contenitori per i rifiuti ospedalieri trattati.

La puntura e il taglio accidentale rappresentano per diffusione, frequenza e rischio di infezione, le   modalità   di   esposizione   al   rischio   biologico   più   preoccupante   e   devono   essere, conseguentemente, collocate tra le priorità da affrontare in un programma di prevenzione teso a migliorare le condizioni di sicurezza sul lavoro per gli operatori sanitari.
Ovviamente, ciò non deve indurre a dimenticare o sottovalutare le altre modalità di esposizione, ma deve semplicemente facilitare l’avvio di “un processo di qualità” che, muovendo dagli eventi prioritari, si ponga comunque l’obiettivo di eliminare, o almeno ridurre sensibilmente, tutte le esposizioni occupazionali al rischio biologico.
L’uso di aghi e di altri dispositivi taglienti è fondamentale nella pratica medica.  Tuttavia, vi è un ischio  di  ferite  ogni  volta  che  un  ago  o  altro  dispositivo  tagliente  resta  incautamente  esposto.
Tale  rischio  coinvolge  quindi  pazienti,  operatori  sanitari,  personale  non  sanitario,  nonché  gli ospiti delle strutture.
 Indubbiamente, i dispositivi medici responsabili del maggior numero di lesioni percutanee, sono quelli che presentano aghi. Ciò, ovviamente, a causa dell’estrema diffusione di tali dispositivi e della  pervasività  dell’utilizzo  nelle  diverse  funzioni  e  prestazioni  che  gli  operatori  sanitari svolgono sui pazienti.

 
Il documento, dal titolo E-fact n. 40: Valutazione dei rischi e lesioni da punture da aghi, sottolinea che le ferite dovute a puntura e taglio accidentale non vanno trascurate “perché, per il loro tramite, il lavoratore potrebbe contrarre infezioni trasmissibili per via ematica (virus, batteri, funghi e altri microrganismi)”.

E-fact n. 40: Valutazione dei rischi e lesioni da punture da aghi.
Fonte: EU-OSHA (Agenzia europea per la sicurezza e la salute nel lavoro)


Direttiva unione europea in materia di prevenzione delle ferite da taglio nel settore ospedaliero

ACCORDO QUADRO IN MATERIA DI PREVENZIONE DELLE FERITE DA TAGLIO O DA PUNTA NEL SETTORE OSPEDALIERO E SANITARIO




Home     pagina iniziale     pagina precedente   pagina successiva

RLS Università degli Studi di Padova
Sede: Via Marzolo 3/A- 35131 Padova - email: rls@unipd.it  
Informativa