HOME
UNIVERSITA' degli STUDI di PADOVA
RLS di ATENEO
LEGGI e NORME
SITI della SICUREZZA e della SALUTE



            Pericoli e Fattori di Rischio

Rischio Biologico


Titolo X  Decreto Legislativo 81/2008
Esposizione ad agenti biologici

Non  vi  sono  novità  di  rilievo da  segnalare, rispetto al D.Lgs. n. 626/94,  a  parte l'aggiornamento  dei  riferimenti  legislativi  in  materia  di Microrganismi Geneticamente Modificati (MGM).

 Le norme contenute si applicano a tutte le attività lavorative nelle quali vi è rischio di esposizione ad agenti biologici. Ai sensi di legge si intende per:
  • agente biologico:  qualsiasi   microrganismo,   anche geneticamente modificato, coltura cellulare ed endoparassita umano che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni;
  • microrganismo: qualsiasi   entità   microbiologica, cellulare o meno, in  grado di riprodursi o trasferire materiale genetico;
  • coltura cellulare: il risultato della crescita in vitro di cellule derivate da organismi pluricellulari.
Classificazione degli agenti biologici

Gruppo I. Microrganismi che difficilmente causano malattie nell’uomo o negli animali e che possono costituire un rischio debole per il singolo individuo e la comunità.

Gruppo II. Agenti che possono causare malattie nell’uomo o negli animali. Essi tuttavia costituiscono un limitato rischio per la popolazione poiché sono di norma disponibili efficaci misure preventive. (es. HAV, B. pertussis, Cl. Tetani, S. Aureus, V. cholerae).

Gruppo III. Agenti che possono causare gravi malattie in soggetti umani ed possono propagarsi nella comunità, ma sono disponibili trattamenti efficaci e misure preventive. (es. Brucelle, M. tuberculosis, Virus dell’Epatite B, Virus dell’Epatite C, Virus dell’AIDS.
ed possono propagarsi nella comunità, ma sono disponibili trattamenti

Gruppo IV. Agenti che possono causare gravi malattie in soggetti umani e che normalmente si diffondono rapidamente da un individuo all’altro, direttamente o indirettamente. Non sono disponibili trattamenti efficaci né misure preventive. Sono da considerarsi un rischio elevato per l’individuo e la comunità. (es. VirusEbola, Virus Lassa, Virus della febbre emorragica di Crema Congo).


Allegato XLVI Allegato XLVI D.Lgs. 81/08 D.Lgs. 81/08
Elenco degli agenti biologici classificati.

Sono inclusi nella classificazione unicamente gli agenti  di cui è noto che possono provocare malattie infettive in soggetti umani.
I rischi tossico ovvero allergenico eventualmente presenti sono indicati a fianco di ciascun agente in apposita colonna.
Non sono stati presi in considerazione gli agenti patogeni di animali e piante di cui noto che non hanno effetto sull'uomo.
Non si tenuto conto dei microrganismi geneticamente modificati.
Sono divisi per categoria (Batteri, Virus, Parassiti, Funghi).



 ELENCO ESEMPLIFICATIVO DI ATTIVITÀ LAVORATIVE CHE POSSONO COMPORTARE LA PRESENZA DI AGENTI BIOLOGICI.


Attività in industrie alimentari.
Attività nell'agricoltura.
Attività nelle quali vi  è contatto con gli animali  e/o con prodotti di origine animale.
Attività nei servizi sanitari, comprese le unità di isolamento e post mortem  
Attività nei laboratori clinici, veterinari e diagnostici, esclusi i laboratori di diagnosi microbiologica.  
Attività impianti di smaltimento rifiuti e di raccolta  di rifiuti speciali potenzialmente infetti.
Attività negli impianti per la depurazione delle acque di scarico.


Sorgenti e serbatoi di infezione

Sorgente d'infezione.
L’ospite umano o animale da cui il microrganismo può essere trasmesso ad altri soggetti recettivi della stessa specie o di specie diversa (malato, convalescente, portatore sano).

Serbatoio d'infezione.
La specie animale o vegetale o substrato inanimato in cui il microrganismo ha il suo habitat naturale e da cui può essere trasmesso ad ospiti recettivi.

Rischio di contrarre un'infezione

Pinf. = P  x F  x E

P = probabilità di venire in contatto con il microrganismo

F= frequenza dei contatti utili tra fonte e soggetto esposto

E= efficacia di trasmissione per singolo evento a rischio




Vie di penetrazione ed eliminazione dei microrganismi

Vie di penetrazione                                                                      Vie di eliminazione

Cute                                                                                               Cute
Mucose delle vie respiratorie                                                             Mucose
Mucose delle vie digerenti                                                                 Sangue ( trasfusioni, manipolazioni, insetti ematofagi)
Mucose delle vie genitourinarie
Mucose congiuntivali
Placenta









Home     pagina iniziale     pagina precedente   pagina successiva

RLS Università degli Studi di Padova
Sede: Via Marzolo 3/A- 35131 Padova - email: rls@unipd.it  
Informativa